Scripta manent

Titolo: Scripta manent

Autore: Paola Barbato

Editore: Pickwick

Un thriller con protagonisti due scrittori che si sfidano a chi vende più libri, accettando di firmare un contratto in diretta TV, di fronte al loro pubblico. La trasmissione parte subito con un colpo di scena, quando uno dei due aggredisce il suo avversario, minacciandolo di morte. Il peggio viene evitato, i duellanti separati, gli animi sembrano calmarsi. I due si allontanano dallo studio televisivo. Dopo la trasmissione uno dei due scrittori scompare. Irreperibile, sparito, volatilizzato. Il principale indagato è il suo avversario, Roberto Palmieri, quello che tutti considerano lo scribacchino, contrapposto al grande letterato, quello scomparso, Corrado De Angelis. Le indagini coinvolgono un ispettore di polizia, il notaio presente in trasmissione per sancire il contratto che avrebbe dovuto regolare la sfida tra i due contendenti, l’assistente dell’autore considerato di prima classe. E’ un grande mistero come una sfida giocosa, una rivalità costruita solo per vendere qualche copia in più, sia diventata una vicenda così misteriosa e dai possibili risvolti tragici. Un thriller che è un grande rompicapo, che parla di libri, di case editrici, di marketing editoriale, di persone disturbate capaci di odiare oltre ogni limite, una storia in cui molti nascondono le loro vere intenzioni, facendo sembrare quello che non è, togliendo certezze al lettore, che viene continuamente depistato. Un intrigo scritto con grande abilità e creatività, una storia che inizia quasi come un gioco per assumere aspetti sempre più inquietanti. Aumentano le persone scomparse, i crimini commessi sono quelli narrati nei thriller di De Angelis, la vicenda diventa sempre più complessa, la verità è qualcosa che sguscia via in continuazione che si allontana quando sembra ormai vicina. Una grande trama, costruita con originalità, una ottima scrittura piena di pathos e tensione.