L’infinito errore

Titolo: L’infinito errore

Autore: Fabrizio Gatti

Editore: La nave di Teseo

Sono due anni che il Covid 19 è entrato nelle nostre vite, provocando morti, malati, sofferenze, condizionando la nostra vita e limitando la nostra libertà. Sono due anni che ogni giorno ci preoccupiamo del numero di contagiati e di morti, di quanti nuovi ricoverati in terapia intensiva ci sono e del numero di tamponi fatti.

L’infinito errore è un libro che ricostruisce quanto accaduto dall’inizio della pandemia, mettendo insieme il numero maggiore di documenti e di testimonianze, per raccontare come il virus sia arrivato in Italia e come si sia diffuso, cercando di identificare errori e motivi per cui il nostro Paese sia stato colpito così duramente.

Nessuna teoria di un complotto dei poteri forti o delle élites che governano il mondo o misteriose produzioni di virus per scopi militari o progetti di decimazione della popolazione mondiale. Piuttosto si evincono interessi politici ed economici che hanno minimizzato i rischi del virus per evitare di rallentare attività economiche che erano in pieno svolgimento. Sarà possibile sconfiggere il virus, ma bisogna evitare il ripetersi di errori clamorosi. Alcuni esempi ?

Nei laboratori virologici di Wuhan, centinaia di ricercatori studiano i virus presenti in determinate colonie di animali che vivono in remote grotte. Per svolgere i loro studi, i ricercatori sono costretti a catturare esemplari di animali e il loro guano. Le modalità di raccolta e di smaltimento dei rifiuti avviene spesso in condizioni di palese irregolarità, senza rispettare le necessarie norme e precauzioni igieniche, smaltendoli nelle fogne come fossero rifiuti innocui. In altri casi le cavie da laboratorio sono state rivendute sul mercato nero per il consumo alimentare.

Alcune organizzazioni di importanza mondiale hanno negato fino all’ultimo la gravità del contagio o hanno affermato ripetutamente che non fosse dimostrata la trasmissibilità del virus tra le persone al di fuori della Cina.

L’intensificarsi dei voli tra l’Italia e la Cina proprio nei primi mesi del 2020, per favorire gli scambi commerciali e non interrompere attività legate a grandi investimenti cinesi in Italia. Guarda caso molti di questi investimenti erano concentrati nella zona di Codogno, tristemente nota per il gran numero di contagiati.

Il libro non fornisce giudizi definitivi, ma vuole essere un contributo alla ricerca della verità e per sconfessare alcune menzogne, fornendo spunti di riflessione molto interessanti.

Un pensiero su “L’infinito errore

I commenti sono chiusi.