Yaba

Titolo: Yaba

Autore: Luca Zantei

Editore: Il Convivio

Il terrore parte dalla Cina. Una nave arriva in prossimità del porto di Trieste. Sembra andare alla deriva. A bordo solo cadaveri, tutto l’equipaggio sterminato, una follia omicida senza limiti.

Il commissario Annamaria Conte dirige le indagini sulla strage della nave del mistero. A Trieste avvengono altri efferati omicidi, persone normali si trasformano in crudeli assassini. La soluzione del caso sembra impossibile ma Annamaria non ha idea di quanto invece sia per lei a portata di mano. Una storia complessa, tra Cina, Italia e Iran, laboratori segreti che producono armi non convenzionali capaci di seminare morte ovunque ci siano terroristi disposti ad utilizzare tali armi per seminare morte, dolore e terrore, per dare sfogo alla loro follia omicida.

Un romanzo con molti temi di interesse e di grande attualità, come i comportamenti irresponsabili di alcune grandi potenze che fiancheggiano il terrorismo internazionale, il ruolo delle polizie in Paesi lontani non sempre affidabili e trasparenti, le insicurezze e le paure dei nostri tempi, tra virus ed attentati, il ruolo delle donne nella nostra società e le difficoltà che hanno nel far valere le proprie ragioni nella vita professionale oltre che in quella privata. Il Commissario Annamaria troverà il modo per prendersi la propria personale rivincita sia come poliziotta che personale nei confronti del suo ex marito, nel modo più spettacolare e ardito che si possa immaginare.

Luca Zantei appartiene alla categoria di autori che preferisco, ossia gli scrittori non professionisti. Luca è un manager industriale che si diletta nella scrittura di romanzi, in particolare thriller, con ottimi risultati come dimostra questo “Yaba” e merita di sicuro l’attenzione degli appassionati del genere.