La falena e la fiamma

Titolo: La falena e la fiamma
Autore: Roberto Costantini
Editore: Longanesi
 
Terzo libro di Roberto Costantini con Aba Abate protagonista. La storia è ambientata nel 1999, con Aba studentessa universitaria convinta di poter cambiare il mondo con la forza dei suoi ideali di giustizia ed uguaglianza. Alla fine di giugno di quell’anno, il corpo di una studentessa italiana, Rosaria Musumeci, viene trovato su una spiaggia non lontano da Tripoli. Aba rimane molto colpita dalla morte della ragazza e comincia a discutere con il padre, il generale Adelmo Abate, capo dei servizi segreti italiani, accusandolo di non fare abbastanza per scoprire la verità sulla morte di Rosaria, frettolosamente archiviata dalle autorità locali come annegamento. Aba propone al padre di mandarla in Libia per fare delle indagini. Dopo qualche tentennamento, il generale Abate decide di accontentare la figlia, mandandola come agente esterno sotto copertura in Libia. E’ la prima missione di Aba, un debutto difficile e pieno di incognite.
Roberto Costantini è un grande scrittore di spy story e thriller, prima con la serie di romanzi del commissario Michele Balistreri e poi con la serie di Aba Abate. Questo libro crea un collegamento tra le storie di Balistreri con quelle di Aba Abate tramite la comune ambientazione in Libia. L’intreccio della trama porta Aba in Libia, sulla stessa isola e nella stessa villa in cui accaddero fatti molto importanti per vita del commissario Balistreri. La Libia è sempre nel cuore di Costantini, che ne racconta la storia moderna, mescolandola con le avventure dei suoi romanzi. La falena e la fiamma è un ottimo libro che ci dice molto della personalità di Aba, conosciuta attraverso i libri precedenti, pieno di retroscena della guerra del Kosovo e degli eventi libici oltre a mostrare il modo in cui funzionano i servizi segreti, lontani dai riflettori e dai clamori dell’informazione ufficiale.