Scappa e vinci

Titolo: Scappa e vinci
Autore: Antonello Marchitelli
Editore: Les Flaneurs
 
In Italia ci sono molte persone che vivono alla giornata, senza una attività tale da poter guardare al futuro con un minimo di ottimismo, sbarcando il lunario come possono. La speranza di un futuro migliore è affidata alla fortuna, gratta e vinci o superenalotto, lotto oppure uno dei tanti giochi che promettono vincite milionarie.
Scappa e vinci è un libro ambientato a Bari, ambientazione ideale per una commedia all’italiana, in cui un gruppo eterogeneo di personaggi vivono in modo precario, sia dal lato affettivo che dal lato lavorativo. Ci sono giovani, donne sexy, anziani, anche un prete. Uno dei protagonisti vince una somma consistente al gratta e vinci e si scatena una piccola grande corsa alla conquista del tagliando miracoloso, mettendo in gioco una serie di bugie, sotterfugi, tranelli, per avere la meglio sui tanti aspiranti benestanti. Le avventure dei vari personaggi sono sempre tra la tragedia e il ridicolo, come spesso accade in queste situazioni.
Ci sarà un lieto fine del tutto inaspettato, dovuto ad un atto di generosità del tutto imprevedibile.
Il libro ha un taglio ironico ed è raccontato con un ritmo travolgente, dovuto alla varietà dei personaggi ed alla dinamicità delle loro iniziative per arricchirsi immeritatamente. Un modo di raccontare una realtà comune in molte città, dove la vita è difficile per tutti ma dove ci sono molte opportunità per avventurieri e personaggi disposti a tutto, per avidità ma anche per disperazione.
Antonello Marchitelli è uno scrittore non professionista, lavora in una compagnia di assicurazioni, come qualche inserto del romanzo lascia qualche indizio sulla sua professione. Racconta la cruda realtà con ironia e distacco.