Il seme del terrore

Titolo: Il seme del terrore

Autore: James Patterson & Maxine Paetro

Editore: Longanesi

Traduzione: Annamaria Biavasco & Valentina Guani

Il seme del terrore è il diciannovesimo romanzo della serie dedicata alle Donne del club omicidi.

La storia si svolge nel periodo di Natale ed è ambientata a San Francisco ed è concentrata in pochi giorni consecutivi, scanditi dai capitoli del libro, uno per ogni giorno. La costruzione del libro è fatta per rendere la lettura di facile fruizione, capitoli brevi e prosa scorrevole, tanti eventi che si susseguono senza pause.

La voce narrante è della detective Lindsay Boxer, impegnata nella caccia di un pericoloso criminale, chiamato Loman. Tutto il gruppo delle Donne del Club Omicidi è all’opera, ossia la giornalista Cindy Thomas, l’avvocatessa Yuki Castellano e la dottoressa Claire Washburn. Ognuna di loro è coinvolta in modo diverso nella trama, che tocca temi come l’immigrazione clandestina, lo spaccio di droga, la criminalità delle grandi città, tutto ciò che condiziona non poco la vita dei poliziotti e di coloro che devono garantire l’ordine pubblico e la sicurezza della comunità. C’è in città un pazzo che sta lanciando tracce e indizi di un imminente grande evento criminale. I segnali vanno in direzioni diverse, da un attentato ad un museo, alla rapina in una importante gioielleria, poi un colpo alla Zecca di San Francisco, poi ancora qualcosa di devastante all’aeroporto. Ma alla fine il colpo era previsto in un posto diverso, usando i falsi indizi per depistare le forze dell’ordine. Grande tensione, pericoli a non finire e grande lavoro per la polizia. Il libro offre una buona dose di divertimento, protagonisti ben delineati e tanti personaggi secondari, temi di attualità e finale positivo per dare un segnale di ottimismo dopo tanta criminalità.